venerdì 30 dicembre 2011

Buoni propositi per il 2012

Ogni anno in questo periodo la maggior parte della gente stila un bilancio degli avvenimenti vissuti nel vecchio anno e si augura di seguire nuove regole dall'anno successivo.
A me il Capodanno non è mai piaciuto. Mi mette una certa tristezza, benchè sia sempre pronta alle novità.



Il mio ideale di Capodanno è quello passato in baita, possibilmente con la neve. Inaugurare il nuovo anno con una bella passeggiata con le ciaspole (racchette da neve) per me è il massimo.
Quest'anno non so ancora esattamente cosa faremo, l'importante è la compagnia e l'alternativa alla baita è un super pizza party che non mi sembra affatto male.

Quest'anno non ho ben stilato i miei buoni proprositi per l'anno nuovo.
Così, "di pancia" potrei dire:

1. Non fare buoni propositi,
2. Cercare un maggiore equilibrio
3. Ritagliarmi più spazi per me sfociando, una volta tanto, in un sano egoismo,
4. Tagliare il tempo dedicato a chi mi succhia anche solo un briciolo di energia,
5. Ogni sera soffermarmi sulla giornata vissuta e apprezzare tutto quello che ho avuto,
6. Cercare di mangiare meglio,
7. Fare un bel viaggio per i 5 anni di matrimonio con Topo,
8. Avere più pazienza e sbottare di meno,
9. Parlare meno e agire di più,
10. Rimettermi a studiare seriamente per svolgere il mio lavoro al meglio, se possibile.

Spero sia anche l'anno in cui i problemi si possano appianare e possiamo coronare il nostro desiderio più grande...ma questa è un'altra storia.
Per ogni cosa bella che si ha c'è un prezzo da pagare... e noi abbiamo avuto tante cose positive dalla vita. Perciò accetto le difficoltà.

Vi auguro un anno pieno di gioie, soddisfazioni, di cadute e di risalite, di corse, di cose belle, di momenti magici nelle vostre case. Che sia all'insegna delle cose più semplici e sentite.
Un abbraccio, ci si vede nel 2012.
W i Maya!!!

venerdì 23 dicembre 2011

Keep calm it's only xmas...

Ecco, mai parole furon più vere. Questa è stata una settimana davvero al limite.
Stile dei pacchetti di Natale 2011
Tutta la giornata al lavoro e poi la sera per un motivo o per l'altro non son mai tornata a casa prima delle 20.30 e quindi cena tardi e poi un tripudio di impacchettamenti, di sfornamento di biscotti e dolcetti per gli amici.

Souvenir da Tallinn

 Sono cotta come una pera ma soddisfatta.
Autoregalino shabby
 Oggi mega pulizie e poi un attimo di relax prima della cena di natale con gli amici.
Altri pacchettini molto sweedish style


So già che sarà una prova di forza, alla quale mi son preparata con una settimana di minestroni e un'ora di camminata in salita ogni giorno...
Ma so già che, come ogni anno, non mi salverà.

mercoledì 21 dicembre 2011

Caro Babbo Natale...

Caro Babbo Natale,
ti scrivo anche quest'anno, come quelli precedenti, perchè credo di essere stata per la maggior parte del tempo buona.
Non so quanto abbia senso scriverti perchè ne l'anno scorso, ne quello prima mi hai portato ciò che al mondo desideravo di più. Ciò che non mi fa dormire la notte e che in giorni, come questo, mi fa scendere lacrime amare.
Ma Babbo natale esiste?

Spero che la crisi non ti abbia troppo ostacolato nella tua preparazione dei regali. Fortunatamente per muoverti usi le renne e non un mezzo a benzina, altrimenti avrei rinunciato a sperare nel mio dono, visti i costi da sostenere.
Spero che l'art. 18 esista ancora per i tuoi elfi e che non abbiamo anche loro dei contratti a progetto sottopagati che li indurrebbero a lavorare peggio e con minor spirito natalizio.
So che da molti anni eserciti la professione e probabilmente sarai molto arrabbiato per il posticiparsi continuo dell'età pensionabile.
Tu però fai un lavoro molto utile e gratificante e sono certa che non te la prenderai troppo.
Nonostante il momento non sia troppo propizio, ti prego di ricordarti di me, perchè io a te penso sempre.


lunedì 19 dicembre 2011

Quanta bellezza...

Oggi è un giorno speciale.
Finalmente, dopo essersi fatta attendere, è nata la piccola Elisabetta.
Siamo davvero felici per la bella notizia e quindi non posso non dedicare il post a lei e a mamma e papà.
La prima bimba della compagnia fa un certo effetto, ma ancora di più la nascita di una nuova famiglia.

Il tramonto a Riga (ore 14.55)

Ieri sera siamo tornati dal nostro viaggio a Riga e Tallinn.
Che dire. Ci voleva.
Riga
Abbiamo camminato moltissimi km ogni giorno, ero fisicamente distrutta ma tanto felice.
Tallinn, piazza del municipio addobbata a festa


Ci siamo lustrati gli occhi, abbiamo assaporato l'atmosfera natalizia che solo al nord puoi trovare. Ci siamo inebriati con il profumo della cannella e delle mandorle caramellate con lo zenzero.
Tallinn
 Sono stati quattro giorni intensi e vissuti al massimo. Abbiamo goduto della possibilità di stare insieme sempre dopo tanto tempo in cui non ci siamo riusciti.
Topi multistrato in vetta alla città. Tallinn.
 Ogni tanto bisogna pensare a se stessi e mi sembra che ci siamo coccolati e viziati a volontà.
Porta di Viru. Tallinn.
 Mi mancava la scoperta di posti nuovi, sentire una lingua diversa, usare una moneta facendo mille calcoli mentali per scoprire cosa stai spendendo.
Peppersack, tipico edificio al centro di Tallinn.
Mi piace tutto quello che è nuovo. Non ho mai sentito il timore delle novità. Ho sempre avuto un approccio molto positivo alla scoperta. Mi piace soddisfare la mia innata curiosità.


Ogni tanto bisogna pensare a se stessi e credo che abbiamo saputo cogliere l'occasione per coccolarci e viziarci a volontà.
Vi lascio qualche assaggio in attesa di un  post che renda giustizia a questo bellissimo viaggio.

mercoledì 14 dicembre 2011

Voglia di neve







Sono emozionata.
Manca pochissimo a un sacco di cose.
Nonostante questo periodo socio-economico destabilizzante, la tristezza e le preoccupazioni che leggo negli occhi di chiunque incontri per strada, sento di essere felice per tante cose.
Manca poco al nostro viaggio al nord del quale vi farò un degno reportage.
Manca poco (spero) alla nascita della piccola Elisabetta, prima bimba dei nostri amici C. e S. e prima cucciola della compagnia, che però come tutte le vere signore si fa attendere.
Manca poco al Natale. A due giorni a casa con la famiglia. 
Questa festività non mi è mai piaciuta, ero sempre presa dalla malinconia tristezza per molte cose. Per le persone care che non ci sono più. Per quelle che sono sole nella festa che dovrebbe essere dedicata alla famiglia.

La nostra nuova casa mi ha fatto superare tanta di questa malinconia.
Adoro stare sul divano con il mio nuovo plaid Blanc Mariclo invernale, davanti al camino, stare a guardare le fiamme e la legna che scoppietta. Sintonizzata perennemente sul canale 770 di Sky che mette musiche natalizie che calmano l'anima.
Che volete che vi dica?
In questo periodo ho solo bisogno di coccole, di raccoglimento e pace.





lunedì 5 dicembre 2011

It's xmas time...

Il fine settimana appena trascorso è stato davvero all'insegna della serenità, dopo giorni di lavoro particolarmente stressanti.
E' il primo natale nella nostra casina nuova e non potevamo aspettare l'8 dicembre per iniziare con le decorazioni.
 Sono bastate delle lucine a forma di stella tutt'intorno al camino.
 Qualche decorazione importata dai nostri viaggi al nord.
 Un tocco di french.
 Ed ecco il nostro alberello di palline Thun.
Al cinquantesimo natale passato insieme ne avremo a sufficienza;)
La tradizione vuole che ogni dicembre ne acquistiamo una per il nostro albero... siamo ad otto palline.


mercoledì 30 novembre 2011

Il calendario dell'avvento

E' finito anche novembre. Sembra incredibile, domani per noi inizia l'avvento.
Ogni anno preparo tanti pacchettini rossi numerati da 1 a 24 contenenti piccoli pensieri per il mio adorato Topo.

Quest'anno sono molto stanca e avevo inizialmente pensato di non farlo più (il bambino ha 32 anni), poi però ho ragionato sul fatto che se cedo alla stanchezza e non m' impegno a mantenere vivo l'amore anche solo con queste piccole attenzioni faccio vincere l'ozio e non mi va.
I pacchettini contengono cose davvero semplici : filastrocche, ricette di biscotti da fare insieme, un paio nuovo di calzini, una candelina ogni domenica da accendere insieme...
Insomma, ci vuole poco, e vedere Fede che scarta ogni sera il regalino, cercando prima il numero esatto dentro al sacco di feltro rosso, non ha davvero prezzo.
E allora calendario dell'avvento sia anche quest'anno.


Uso queste ultime righe per ringraziarvi di cuore.
I follower aumentano e oggi abbiamo raggiunto 30.000 accessi al blog.
L'unica cosa che mi renderebbe ancora più felice è quella di leggere qualche commento in più.

martedì 29 novembre 2011

Io amo Endomondo

Ok, va bene lo ammetto, sono una maniaca delle varie misurazioni.
Quando un anno fa ho iniziato a correre non potevo fare a meno del Polar con il conta km per poter monitorare i percorsi, i miglioramenti (microscopici), guardare con soddisfazione ogni minuto in più sostenuto.
Poi il gioco è finito...il mio Polar è semi defunto e mutilato (cinturino cotto e spezzato a metà).
Ma sabato si è avverato uno dei desideri incoffesabili.
Non appena scartato il cellulare nuovo sono corsa (metaforicamente) sul market di Android e ho scaricato l'applicazione gratuita ENDOMONDO.
Meravigliosa, non so come potevo vivere prima;)

SABATO 26/11:
Ho questa nuova applicazione e devo assolutamente provarla. 
Con Topo partiamo da casa e facciamo un giretto per boschi nei pressi della Trinità, totalizzando 5 km in 1 ora e 22, avvolti dal buio.


DOMENICA 27/11:
Mi sveglio e chiamo la mamma per chiedere se vuole fare due passi.
La mamma è già a spasso con papà da almeno 4 km.
Li raggiungo e ne facciamo insieme altri 11. Dal lungolago di Suna, andiamo verso Cavandone per il sentiero del Buon Rimedio.
Il paesaggio è mozzafiato e mi mordicchio le mani pensando alle foto che avrei potuto scattare se solo Topo mi avesse dato una schedina SD... grrr.
Il passo è lento, la mamma si sta allenando dopo anni travestita da ANTISPORT ma siamo fieri della sua volontà.
Complice la pubalgia/dolore all'anca di papi possiamo godere della sua compagnia e passiamo davvero una bella mattinata.



Sono una donna soddisfatta.

domenica 27 novembre 2011

Anche il picci s'è laureato!


Quando hai un fratello più giovane ti rendi conto a fatica di come il tempo passi anche per lui e non solo per te. Lui è il piccino della famiglia. E' arrivato nove anni dopo di me quando mi godevo coccole e vizi da figlia unica. Però mi ha cambiato la vita.. in meglio.
Ha un carattere dolce, a tratti ombroso. Ha un cuore generoso.
Venerdì ho avuto la gioia di partecipare al giorno della sua laurea. Un'emozione enorme e indimenticabile.
Mi sono goduta tutta la gioia dei neo laureati. Mi sono ricordata di cosa vivevo io 7 anni fa quando è stato il mio turno. Le speranze e i sogni, i timori dell'ignoto.

Che tutti i tuoi sogni si possano realizzare.
Sei stato bravissimo e siamo orgogliosi di te.



giovedì 24 novembre 2011

Quando ti convincono...




Non sono mai stata una grande appassionata della saga di Twilight, ma le miei amiche ne vanno pazze e quindi mi sono sempre sottomessa alla visione dei film in dvd.
Da una settimana è uscito il film della prima parte dell'ultimo libro. Pur non essendo una estimatrice mi sono lasciata convincere ad andare al cinema.
Quattro donzelle. Due delle quattro lo avevano già visto mercoledì scorso quando è uscito e ci sono rivenute.
Io non capisco benissimo il fenomeno, però visto che mi sono sorbita tre film nei quali non avviene praticamente NULLA (soprattutto il secondo), mica mi perdevo questo in cui nell'ordine:
a) si sposano,
b) copulano selvaggiamente,
c) si moltiplicano,
d) lei QUASI schiatta.

Quindi va bene, lo ammetto, mi è piaciuto.
Però sia chiaro, io resto fedele nei secoli solo al mio amato Harry Potter!

domenica 20 novembre 2011

Io penso positivo

Ho sempre saputo che l'attività fisica fa benissimo allo spirito, più che al corpo.
Ne ho avuto una ulteriore prova dopo aver passato una settimana realmente pesante.
Yoga è l'appuntamento fisso del lunedì e mi sento davvero rilassata alla fine di ogni lezione.
Il govedì però, ancora non lo sapevate, mi trovo con Marti a casa mia e balliamo come pazze balli brasiliani, come la Samba o il Makulele...
Abbiamo delle lezioni registrate e ci diverte un sacco tentare di imparare qualcosa.


Ieri è stato un sabato bellissimo. Dopo mesi sono riuscita a passare una intera giornata insieme a Topo.
La mattina abbiamo camminatao insieme per circa 12.5 km, godendocci il sole, le chiacchere e la mano nella mano.
Quando abbiamo la possibilità di passare del tempo insieme, dopo tanto che non ci riusciamo, mi sembra sempre un dono, e lo apprezzo tanto.
Questa mattina, invece, mi sono trovata con la dott.ssa M. per una camminata/corsa di un'ora.
Le nostre chiacchere sono sempre un tocasana.
Buona domenica.

mercoledì 16 novembre 2011

Il mantello dell'invisibilità


Non scrivo da tanto.
Mi spiace di aver preoccupato qualcuno di voi per questa lunga assenza, ma soprattutto perchè il mio blog è scomparso improvvisamente dalla rete per una intera giornata.
Non che sia una roba che desti troppo interesse, ma perchè smaterializzarsi così in fretta e furia solitamente non è un bel segno.


 Per qualche giorno non ho scritto perchè il mio umore è ai minimi storici e non mi va di postare cose tristi e quindi in questi casi mi astengo del tutto.
Poi c'è stata la disattivazione del mio account google e non potete capire la sofferenza provata per il blocco totale del mio indirizzo di posta, il non poter commentare nessuno dei blog che seguo fedelmente unitamente a un senso di isolamento dalla blogsfera.
Automaticamente è stato cancellato il mio blogghino in quanto legato al mio account.
PANICO!
Però poi, come per magia (e dopo diverse e-mail disperate) hanno riattivato tutto e mi sembra di capire che stia funzionando di nuovo.


Io non so il perchè di questo blog. E' nato come una sfida con me stessa e la sua funzione doveva essere principalmente quella di documentare il mio tragitto verso la mezza maratona. Purtroppo, non per mia volontà, questo percorso si è interrotto e mi chiedo se questo diario di bordo abbia ancora un senso.
Sicuramente, il nuovo taglio che ha preso, con aggiornamenti in tema di arredamento, cucina e vita vera ha interessato nuovi lettori e allontato altri più focalizzati sul discorso "running".
Per carattere mi piacerebbe accontentare sempre tutti.
Spero di continuare a farlo anche con voi.
Il progetto della corsa è ancora nella mia mente e nel mio cuore.


domenica 6 novembre 2011

Piove piove la gatta non si muove

 Quando inizia a piovere sembra che non voglia più smettere. A me non dispiace nenanche tanto, perchè posso godermi il tepore della mia casa.

 Per vincere la pigrizia abbiamo camminato 9 km sotto la pioggia da casa fino alla chiesina di Novaglio, io e Fede (il Topo).

 E' molto raro che si unisca a me in queste piccole imprese. Lui pedala. Pedala e basta.
Però si sa, a volte capita che ne combini qualcuna e che poi si debba far perdonare e allora sa che adoro camminare e sconta la sua "pena".
Questa settimana è la seconda volta. Avevamo percorso dieci km anche lunedì.
 In questo post pubblico per la prima volta qualche foto della mia camera da letto.
SI vede poco e la qualità delle foto è pessima. Però l'atmosfera è magica e la mattina non vorrei mai abbondare quel caldo lettuccio e tutte le mie lucine fiorite.
Nella foto sotto potete vedere anche la scritta DREAM, che Topo teme moltissimo perchè ha paura che il biadesivo che le regge possa cedere e trovarsi una bella M di legno sulla capoccia, risvegliandolo dal suo di dream.

sabato 5 novembre 2011

Un regalo speciale

E' passato qualche giorno dall'ultimo post. L'ultima settimana mi sono imprita. Sarà stato il ponte, passato coccolosamente a casa. Saranno state le cinque cene di seguito con amici. O forse la ripresa al lavoro davvero mortale, con le paghe da fare e tutto il resto.
Comunque oggi sono qui e vi voglio mostrare un regalo fatto ai miei cari amici S. e C. , che a dicembre avranno la loro prima bimba, e di conseguenza avremo la nostra prima "shabby nipotina".
copertina fatta da me per la piccola Elisabetta

Pensavo ad un regalino utile, carino e che potessi fare a mano. Cosa c'è di meglio di una calda copertina?
Questo è il risultato, confezionato con cannella, peperoncini, nastro vichy e spago... vi piace?

Particolare del packaging che ho creatoi per donarla

In compagnia siamo tutti entusiasti per questa nuova nascita. Qualche sera fa eravamo in 8 a cercare di montare il trio della Chicco, con ben due ingegneri all'attivo...ho le foto che documentano il momento e credetemi, sono esilaranti.

angolo fiorito nel mio soggiorno

In questo momento il mio pensiero è fisso sulla città di Genova. L'alluvione che li ha colpiti è spaventosa. Continua incessantemente a piovere. Anche i torrenti vicino a casa mia sono enormi e il livello del lago sta salendo molto rapidamente.
Vi lascio con l'immagine di un alba vista dal mio terrazzo di qualche giorno fa, con l'augurio di un sereno fine settimana.

alba vista dal mio terrazzo

giovedì 27 ottobre 2011

Ricettina e Yoga


Ci sono momenti in cui ricevi notizie tristi e pensi che sia il caso di goderti la vita finchè puoi. In quei giorni tendi ad esagerare con l'autoconsolazione per poi arrivare dritto dritto al pentimento del coccodrillo.
Ieri sera mischiando le sensazioni precedenti alla voglia di cucinare, ho sperimentato una ricetta vista al programma "I menu di Benedetta", la pagnotta ripiena di fondue.
La ricetta è davvero facilissima:

1 cipolla piccola bianca
100 g groviera
100 g parmigiano reggiano
1 barattolo di maionese 250g (io ne ho messi due cucchiai)

Tritare nel tritatutto i primi tre ingredienti e poi unire la maionese, versare il composto nella pagnotta privata della calotta e una volta terminato riadagiare sopra.
Avvolgere nella stagnola e infornare per un'ora a 180 gradi.
Buonissima.
Per quanto riguarda le lezioni di Yoga, sento che mi fanno benissimo, tranne che lunedì ho preso una grande testata cercando di fare la posizione del corvo... che botta ragazzi. meno male che ho la capoccia dura.
Ma stasera ci riprovo...eccome se ci riprovo.



mercoledì 26 ottobre 2011

Feci fatica...

Vi avevo lasciato con le immagini del caminetto nuovo, che adoro, se non l'aveste capito.
Ora vi racconto di domenica, giorno nel quale mi sono piuttosto attivata, sportivamente parlando.
Alle 11.00 sono uscita con la Dott.ssa M. per una camminata corsa e abbiamo totalizzato 10 km, 1 ora di camminata e mezz'ora di corsa. Il tragitto è per metà in salita. Siamo arrivate fino alla splendida chiesina di S. Agata in Novaglio, che trovo davvero suggestiva con il panorama mozzafiato del lago.
Ci siamo divertite e soprattutto abbiamo dato sfogo alla lingua, visto che non c'è stato uno e dico nemmeno un solo attimo di silenzio. Che ci volete fare, noi ci divertiamo così.
Nel pomeriggio mi scrive La super Marti (testimone di nozze, amica e vicina di casa), chiedendomi se voglio fare un giretto nel bosco per castagne. Le dico che ho già fatto 10 km di mattina e se possiamo fare un giretto da pensionati.
Riusciamo a camminare altre 2 ore e mezza totalizzando circa altri 10 km, per salite e discese nel bosco, fino a finire fuori sentiero.
Cercando di capire dove stiamo sbucando ci imbattiamo in un losco individuo munito di sega elettrica e ovviamente iniziamo a parlare di film horror... "non ti ricorda NON APRITE QUELLA PORTA?" poi altro paesaggio spettrale e via di titoli di altri film come "Turistas"... 
Della serie siamo due simpatiche imbecilli che si spaventano da sole.
Arriviamo a casina dove i nostri mariti ci avevano date per disperse. Castagne 10 in tutto. Fiacche paura. Ci consoliamo con una pasta super della Marti con gamberi e verdurine.




Colgo l'occasione per fare gli auguri al mio super Babbo carpentiere che oggi compie...non posso svelarlo, ma che considero una delle persone più giovani che conosca. Uno che corre come un leprotto per le montagne e suona in una boyband non può che essere un giovincello.

domenica 23 ottobre 2011

Storia di un camino...

Oggi sono proprio contenta. Potrei raccontarvi dei 20 km percorsi ... ma questa è una storia che vi racconterò domani. Nel frattempo vi mostro la storia del mio camino, da semplice inserto con tutti i tuboni in vista...



a ricoperto con il cartongesso ignifugo e imbiancato dello stesso colore del resto della sala...

 al mio babbo che mi costruisce il "vestitino" ossia la cornice molto shabby che gli avevo chiesto



 Questo che vedete è il risultato una volta finito e imbiancato con una vernice che lascia intravedere la venatura del legno...
A me piace un sacco, la volevo proprio così e me lo sto godendo alla grande.



Quanto ai km fatti oggi devo proprio dire che o troppo poco o troppo!
Buona conclusione di settimana e buon inizio...

venerdì 21 ottobre 2011

Evviva


Il venerdì è il mio giorno preferito. Mi piace l'attesa del fine settimana. Il pensare alle cene da organizzare, agli amici, al divano.
E l'arrivo dell'autunno mi piace un sacco. E' il cambiamento. Capisco che è autunno quando sento i piedi ghiacciati di mio marito che cercano calore. Quando l'aria è frizzantina e mi lacrimano gli occhi. Quando guardo fuori dalla finestra e vedo più lago perchè gli alberi davanti stanno perdendo le foglie.
Che dirvi poi della magia e del fascino che il camino sta esercitando su di me neofita di tale gioia?
Questa settimana non ho più corso, ma ho fatto yoga ogni giorno con la pratica dei cinque tibetani, che pare faccia ringiovanire e blocchi l'invecchiamento (per la serie non ci credo molto ma se funziona...).
Ieri abbiamo anche fatto il solito giretto, io e Marti, nel bosco dietro casa. Come due veri geni ci siamo trovate al buio in un punto in discesa dove non riuscivamo a vedere più NULLA. Lei, agile, giovane e snella andava più veloce e nel frattempo mi raccontava che le sembrava una scena di Frozen, film nel quale dei ragazzi rimangono bloccati al freddo e sbranati dai lupi... carina no? Dopo mi sentivo molto più tranquilla, non pensavo più a non cadere ma a scacciare quella simpatica sensazione del sentirsi osservati...

Nella foto sopra vedete il lancio delle candele in Thailandia. Ecco una cosa che vorrei vedere prima di (morire) invecchiare?!
Buon weekend.

lunedì 17 ottobre 2011

La ricettina del lunedì


Questo weekend è stato all'insegna delle sperimentazioni... la mia ricettina "ammazza il guerriero" la svelerò settimana prossima ma nel frattempo posto quella della mia amica Marti che ieri sera ci ha deliziato con degli ottimi tagliolini di pasta fresca all'uovo con sugo di salmone.

COSA VI SERVE:
tagliolini pasta fresca
salmone fresco
scalogno
panna liquida da cucina
prezzemolo
2 cucchiai di passata di pomodoro
se vi garba ...qualche olivetta verde


COME PROCEDERE:
affettare lo scalogno e farlo rosolare in un tegame con poco olio;
aggiungere il salmone fresco a pezzetti e farlo rosolare spargendo sale e pepe;
dopo pochi minuti aggiungere due cucchiai di salsa di pomodoro e la panna;
spolverare con prezzemolo e aggiungere qualche oliva.


BUON APPETITO

domenica 16 ottobre 2011

Parole Sante!


Sono felice.
Dopo una settimana non facilissima e due giorni a casa per mutua, oggi ho ripreso a correre.
L'altra notte ho fatto un sogno: correvo, correvo e correvo e non sentivo la fatica. Ecco, stamattina sono uscita con la Dott.ssa alle 8.30 (devo assecondare il suo momento di iperattività!!) e sono stata BENISSIMO, non bene.
Avevamo l'idea di ricominciare da capo con due minutini e pausa ecc.. e invece abbiamo fatto in totale 56 minuti di cui 30 corsi.

7 minuti di camminata in salita come riscaldamento
10 minuti di corsa per riprendere
5 minuti dicamminata veloce
20 minuti di corsa
14 camminata veloce

I veri runner sorrideranno, ma dopo questi mesi di stop è stata una sorpresa.
Il Topone dice di non illudersi. E' solo la condizione fisica di chi è molto riposato, e che dopo tre o quattro uscite sentirò il massacro dovuto alla carenza di allenamento.
Sicuramente ha ragiuone, perchè lui HA SEMPRE RAGIONE (ecco l'ho ammesso!).

Al ritorno dalla corsa mi sono dedicata allo Yoga per una quarantina di minuti e così ho sfruttato gli effetti dello stretching.

Non c'è che dire... le parole che vedete nella foto sono proprio super condivisibili, e nella mia testa resta sempre il desiderio di provare a sfidare me stessa, anche se so che non è mai il periodo giusto.
Tempo al tempo...


Concludo facendo i complimenti agli amici che si sono cimentati nella Maratona del Lago Maggiore che si è tenuta oggi con percorso da Arona a Verbania. Complimenti a tutti.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...