lunedì 28 febbraio 2011

Habemus casa!


Giornata ricchissima di emozioni. Oggi siamo stati dal notaio per l'atto di acquisto della nostra prima casa.
Io e Federico ci siamo incontrati a 18 anni e anche se da subito ci speravo, mai avrei pensato che avremmo costruito tanto insieme.
Vado a letto contenta per aver intrapreso questo cammino ricco di sacrifici ma molto di più di soddisfazioni.



domenica 27 febbraio 2011

Finalmente bene!

SETTIMANA 16)
GIORNO 1)

DISTANZA 10.5 KM
DURATA 1 ORA E 15 MINUTI

Impressioni:
Molto bene. Il riscaldamento è sempre il momento più difficile ma poi grazie alla compagnia di F. e all'incontro, strada facendo, della Dott.ssa M. e di Fede, è stato molto scorrevole e piacevole direi.
Dopo 7 km avverto sempre fastidio al ginocchio sinistro.
Il post corsa è sempre una goduria.


Ieri seduta di imbiancatura di casa nuova dalle 9.00 alle 17.30, con ottimi risultati. Oggi di nuovo.
Domani invece grande giorno: l'atto dal notaio.
Avremo ufficialmente una casa nostra. La prima casa.

Riservo le ultime righe di questo post per fare tantissimi auguri a Mr. e Mrs. Peanuts (commentatore del mio blog ma soprattutto amico) per la nascita della loro figlioletta Emi. Sono due artisti e si vede, la loro piccola è STUPENDA! Tanti auguri di cuore.

giovedì 24 febbraio 2011

Sono io?

SETTIMANA 15)
GIORNO 3)

DISTANZA 6,4 KM
DURATA 43 MINUTI

Impressioni:
Non capisco il perchè di tutta questa fatica. Mi sento molto fuori forma, sia a livello di fiato ma soprattutto a livello di gambe e articolazioni.
Finalmente un'uscita in compagnia passata INTERAMENTE a chiaccherare.
In due la fatica si dimezza.

Mi sento comunque molto meglio anche d'umore. Ne saranno felici i miei colleghi con i quali sono stata davvero pesante in questi ultimi giorni e me ne scuso.
Il fine settimana sarà dedicato all'imbiancatura della casa nuova, ma domenica cercheremo di aumentare i km. Credo che ci sarà anche una graditissima special guest...tremate...la Dott.ssa M. ritorna a calzare le scarpette da corsa.


martedì 22 febbraio 2011

Black out

Tanto, ma tanto sonno!

SETTIMANA 15)
GIORNO 2)

DISTANZA 4 KM
DURATA ?

Impressioni:
uscita giusto per dire che non sono stata a casa.
Corso con tanta fatica. Accorciato il percorso barattando con il cervello di correre tutta la distanza...altrimenti avrei camminato e basta. Uscita corta anche perchè dovevo scappare in cantiere, alla nuova casa.
Giovedì ci riprovo.

domenica 20 febbraio 2011

Piove piove, la gatta non si muove!

Sveglia alle nove, sbirciata fuori dalla finestra: PIOVE!
Appuntamento previsto per il lungo alle ore 11 e almeno un'oretta passata a pensare: "si starebbe bene al calduccio sul divano", visto che già oggi saremo in cantiere a pulire la casa nuova al fresco.
Poi però mi rendo conto che questa settimana è già stata di riposo e che la contrattura è praticamente passata, non ho più alibi.
Alle 11 in punto ci troviamo, io e F., tutte intabardate di k-way, cappellino e fascia per capelli e via, non ci ferma più nessuno.
L'idea dei 16 km salta già prima di partire. Decidiamo di farne almeno 10 di km. Idea che viene modificata nel tragitto. Propendiamo per variare il nostro solito giro in piano e concordiamo di accorciare la distanza in favore di un giretto in salita.
Una volta arrivate sulla ciclabile a Pallanza decidiamo di salire in  Castagnola (promontorio di Verbania dove ero passata durante l'ammazzainverno di fine gennaio).


Pioggia
SETTIMANA 15)
GIORNO 1)

DURATA 1 ORA E 2 MINUTI
DISTANZA 8 KM


Impressioni:
I primi tre km  mi maledivo per aver pigroneggiato durante la settimana. Poi dopo aver iniziato le salitine mi sono scaldata ed è andata benissimo.
Contenta già solo di essere uscita sotto la pioggia.

giovedì 17 febbraio 2011

Non molto bene!

Eviterei di commentare l'uscita di oggi, però per dovere di cronaca dico che la voglia era meno di zero e cambiarsi e uscire è stato difficile. Una auto-violenza.
Appena preso a corricchiare ho sentito immediatamente dolore alle gambe in generale ma soprattutto alla coscia sinistra. Facevo dei passetti piccoli e scomposti. Mi sentivo un robottino che corre.


Broncio!!!
SETTIMANA 14)
GIORNO 2)

DURATA NON LO SO
DISTANZA 4 KM

Impressioni:
Pessime. Ho camminato velocemente per quasi tutto il tempo. Una volta arrivata all'argine (Ponte del Plush - Arena, per chi è della zona) se avessi avuto un cellulare avrei chiamato a casa per farmi venire a prendere. Ho faticato a "camminarmi" a casa e continuavo a pensare a che figata sarebbe l'autotrasporto.
Capisco la scarsa voglia e la testa pesantissima e piena di pensieri, capisco anche la contrattura e le gambe ancora doloranti da domenica ma una roba del genere non si era mai vista prima.
Mi do una pacca sulla spalla solo per il fatto di essere uscita quando invece mi sarei buttata nel letto saltando pure la cena.

Ora mi rimetto a voi runners VERI. Cosa faccio provo a uscire domani sera per una mezzoretta leggera leggera prima di domenica o aspetto di fare il "lungo" direttamente domenica??
Grazie a chi vorrà rispondere.

mercoledì 16 febbraio 2011

Bigiato

Contrattura coscia sinistra + pioggia + stress vari e cose da fare per la nuova casa = bigiata colossale!
Sia ieri che oggi apuntamento con la corsa saltato.
Domani però esco. Il tempo dovrebbe anche migliorare insieme alla mia voglia di correre.
Questa sera solo relax e pace (forse!).
La mia prossima trasformazione, se non riprendo a correre

domenica 13 febbraio 2011

Missione compiuta

Ritrovo ore 10.30 armate di buona volontà per affrontare un lungo (questa parola è relativa lo so).
Equipaggiata di ciò che non mi fa sentire il dolore, compagnia e auricolare con la musica in un orecchio, ho fatto con enorme soddisfazione 12 km di corsa continua.

SETTIMANA 14)
DISTANZA 12 KM + 1 KM DI CAMMINATA VELOCE
DURATA 1 ORA E 33 MINUTI

Impressioni:
Inizialmente dolore alle gambe ancora presente dall'allenamento di giovedì.
Ovvio, ho ripreso solo da una settimana, non si può pretendere la forma fisica migliore. Ma dopo i primi km doloranti stavo proprio bene.
Siamo andate pianissimo, parlando tutto il tempo (è incredibile come non ci manchino mai gli argomenti) di quello che ci piacerebbe fare, dei progetti di corsa...
Sono molto contenta perchè alla fine dei 12 km sentivo che sarei potuta andare avanti nonostante stessimo correndo da 1 ora e 33 minuti. Per sciogliere i muscoli ho fatto un km di camminata veloce che mi ha giovato molto.

Oggi voglio diventare una cosa unica con divano e  libro.
Giornata all'insegna dell'ozio.



Il nido vuoto

E' molto tardi, domani mattina è previsto un lungo (per me ovviamente) e non riesco a dormire.
La casa mi sembra improvvisamente più grande, silenziosa, ordinata e asettica. Ho vissuto sola prima di sposarmi senza alcun problema e assaporando ogni minuto di pace.
Oggi mi è sembrata, invece, una giornata lunghissima. Continuo a chiedermi perchè ci sia bisogno del distacco per capire quanto una persona sia davvero parte di te e della tua vita.
Mi sento anche stupida, perchè domani Topo tornerà a casa e non è di certo andato in guerra.
Per me S. Valentino è oggi. Si, perchè mi sembra di sentire tutto più amplificato e non credo ci sia bisogno di una data per festeggiare il sentimento. Se invece, come in America, è una giornata nella quale si ricorda anche agli amici, e alle persone care quanto si vuole a loro bene allora lunedì farò gli auguri a tutti voi che mi avete aiutata tanto in questi mesi.
Buona notte.


giovedì 10 febbraio 2011

La vecchiaia

Simpatica vecchietta
Oggi mi sento davvero vecchia. Smemorata, affaticata e lenta, ma allegra.
Tornata dal lavoro mi sono tirata insieme e via tutta di nero vestita (il nero sfina, si sa). L'I-pod nelle orecchie e i compiti sono stati fatti.
Le gambe erano pezzi di legno e a circa metà strada mi sono fermata a fare stretching ai polpacci che sembravano sul punto di scoppiare.
Ho sentito spesso la voglia di fermarmi a camminare, poi però quando questo accade faccio una check list (la fanno anche gli astronauti e quindi non sono proprio scema del tutto!) mentale ponendomi le seguenti domande:
- hai problemi di fiato? Risposta negativa
- hai problemi di gambe? Risposta negativa
E ALLORA CORRIIIIIIIII !!! E così piano piano sono arrivata a casa.

SETTIMANA 13)
GIORNO 3)

DURATA 42 MINUTI
DISTANZA 6 KM

Impressioni:
poteva andare meglio ma dopo due settimane ferma completamente un  po' di fatica bisogna sentirla.

martedì 8 febbraio 2011

Il toccasana


Leggerezza

Ogni volta lo stesso copione. Al lavoro sono giorni intensi, cambiamenti (positivi sicuramente) faticosi in atto, gente che ti vomita addosso il malcontento, la frustrazione, telefono che squilla e tu che vorresti risolvere tutto. Poi lo slalom tra costruttore, muratori, mobiliere, assicuratori, banca, notaio per questa nuova casa che è una gioia ma dal percorso impegnativo. E poi il ritorno la sera, la cura che inizia in auto con la musica a tutto volume cantando a squarciagola. E arrivo a casa che sono una persona migliore, ma non del tutto positiva. Ho ancora mille pensieri in testa, decisioni, discussioni con Fede (detto Topo) sul da farsi. Poi arriva il giorno di corsa e intendo quella bella con le scarpette e la maglia catarifrangente.
Dopo queste giornate trovare la voglia è difficile, soprattutto quando sai che sei solo a dover uscire.
Ma quando corri, e fai fatica non lo nego, inizi a sentire il beneficio, la mente che si libera leggera proprio come un "buffa buffa", li chiamavo così da piccola i fiori di dente di leone sui quali soffi e i semi si disperdono leggeri nell'aria.
Alla fine di tutto, con una doccia bollente, ti scrolli di dosso il sudore e con esso le fatiche della giornata e inizi a dare un senso alla vita. Perchè non viviamo solo per incazzarci, per spremerci le meningi e barcamenarci tra le scadenze. Viviamo per amare noi stessi, i nostri cari, e le cose che ci piacciono davvero e ristorano i nostri cuori.

SETTIMANA 13)
GIORNO 2)

DURATA 58 MINUTI (TRE MINUTI DI CAMMINO)
DISTANZA 8 KM

Impressioni:
Corsa lentissima all'inizio e verso la metà dolore forte al fegato, tale da camminare. Poi ho insistito e ripreso piano piano fino a casa. Sono fierissima. Gli ultimi due km incrementato la velocità. Va bene così.


domenica 6 febbraio 2011

Una splendida giornata!


Oggi ho RIPRESO A CORRERE! Si, avete sentito bene.
Complice la giornata splendida con un sole che invoglia ad uscire e in ottima compagnia ho rimesso le scarpette e mi sono buttata.
E' da ieri che penso con timore alla faticaccia e invece è andata benissimo.
Faccio un breve riassunto per chi si fosse chiesto dell'assenza degli ultimi tempi.
Domenica 23/01 ho corso all'ammazzainverno che si è tenuta a Pallanza. La mia prima gara che mi ha dato un sacco di soddisfazione e divertimento. Il giorno dopo, però, bronchitona e di conseguenza due settimane di stop imbottita di medicinali di ogni sorta che avrebbero anche potuto farmi spuntare una seconda testa.
Eravamo alla 12ma settimana, giorno 1.

Oggi:

SETTIMANA 13)
GIORNO 1)    (Per me le settimane iniziano di domenica, ma lo sapete già)

DISTANZA 6 KM ( 500 m di camminata veloce come riscaldamento)
DURATA 40 minuti

Impressioni:
Felicissima, soddisfatta, sorpresa.
Temevo una fatica immane viste le due settimane ferma e i problemi di respirazione oltre al fatto che non ho seguito una dieta e quindi mi sentivo appesantita, invece ho corso per tutto il tempo senza problemi e senza la voglia di fermarmi a camminare.
Ma la cosa migliore è la sensazione che provo ora dopo la doccia. Il benessere, il corpo che pullula di endorfine. L'impressione che va tutto bene. L'ottimismo che mi si sprigiona.
Me ne rendo conto perchè negli ultimi giorni lo stress mi aveva abbattuta un sacco, sentivo il magone e avevo la testa piena di pensieri spesso negativi. Ora sono spazzati via e ne gioisco.
Per questo dico a tutti quelli che spesso si sentono giù, scarichi, depressi :"correte gente, correte". Basta anche mezz'ora per cambiare la giornata. Perchè poi si diventa persone migliori, con noi stessi ma anche con chi ci sta vicino (compagni, mariti, colleghi, amici).

Buona domenica a tutti.

mercoledì 2 febbraio 2011

Comunicare bene

Dopo qualche giorno di assenza torno a farmi viva nel blogghino, o meglio in questo quaderno di appunti e spunti di riflessioni.
Visto che non posso parlare di corsa (che però sto sognando anche di notte !) vi racconto qualcosa della giornata di oggi e in particolare del corso sulla comunicazione e responsabilità sociale che sto seguendo.
Il tema è scottante: la comunicazione assertiva. Cosa vuol dire essere assertivi? Un sacco di cose tra cui comunicare avendo rispetto di se stessi e dell'interlocutore. Porci bene in mente quel'è l'obiettivo della comunicazione. A cosa vogliamo arrivare? Forse tutto questo me lo hanno insegnato (ci hanno provato, giuro!) i miei genitori dicendomi di non aprire la bocca prima di aver pensato bene e collegato il cervello. Ma nella vita di ogni giorno, soprattutto quella lavorativa questo costa fatica perchè dobbiamo interagire con persone che hanno visioni diverse, punti di vista diametralmente opposti al nostro.
So che sono Folle, ma a me questo piace un sacco. La maggior parte delle volte non perdo nemmeno la pazienza.
Un'altra cosa interessante che ho imparato è una diversa definizione di STUPIDO (cit. Cipolla Filosofo) "una persona che causa un danno ad un'altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita".

Tornando a noi... io spero proprio di riuscire a fare la mia prima corsetta già domani o domenica. Voi che dite?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...