venerdì 26 agosto 2011

Melanzane alla parmigiana

Come anticipato nella riapertura del mio blogghino, da questa nuova stagione si parlerà anche di altro.
Iniziamo il primo post di ricette facili facili alla portata di tutti e di chi non ha mai tempo.
Questa sera avremo a cena i colloghi di Topo e quindi ho optato per le melanzane alla parmigiana (oltre ad altre cosine sfiziose).
La mia versione non prevede la frittura e la rende un filo più light.



Cosa ci serve?

2 melanzane (o 1 grande)
basilico
sale
parmigiano gratt.
2 mozzarelle
salsa di pomodoro a pezzetti
1 fetta di mortadella

Come la prepariamo?

Taglio a fettine sottili le melanzane e le dispondo su un piatto con del sale fino. Le lascio per un'oretta almeno sotto un peso (es. piatto con sopra barattolo) così che perdano l'acqua di vegetazione.
In una teglia dispongo il primo strato di melanzane, salsa di pomodoro, sale, basilico spezzettato, grana e qualche piccolo pezzetto di mortadella.
Ricomincio con lo strato di melanzane e via di nuovo come sopra.
Fatto ciò inforniamo et voilà...la cena è servita.


giovedì 25 agosto 2011

Caldo africano e movimento

La nostra penisoluccia, in questi giorni, è colpita da un'ondata di caldo eccezionale.
Premetto che io adoro le stagioni e quindi assisto con piacere a questo momento di alta pressione, soprattutto in un luogo come quello in cui viviamo, che credo sia uno dei più piovosi d'Italia.
Vivere su un lago, poi, rende il tutto meno spiacevole, visto che quando il caldo si fa insopportabile ci si può fare una sana nuotata rigenerante.
Sono anche sicura che soffriremo maggiormente il passaggio infradito - moonboot (scarponcini da neve), visto che lo sbalzo termico si presenta spesso repentinamente.

Ad ogni modo ieri, io e F., sfidiamo il caldo e ci diamo appuntamento per andare a correre verso le 18.
Le intenzioni c'erano, ma dopo i primi minuti di camminata ci guardiamo in faccia e nessuna delle due sembra realmente convinta a innescare il passo di corsa. Propendiamo per una camminata di 55 minuti nel bosco (stupendo) della Trinità, sopra Ghiffa. Posto che adoro, visto che proprio li abbiamo deciso di sposarci, io e Topo, ormai qualche anno fa.
Nel cammino vedo che F. si china e osserva la pelle di un biscione, non si accorge che pochi cm più a destra c'è il biscione arrotolato e stecchito (grazie a Dio!!!). Iniziamo a urlare e a correre come due centometriste in pista.... bleah!
Inizio a pensare che per ricominciare un serio allenamento ci voglia un inseguitore munito di bestie striscianti...

mercoledì 24 agosto 2011

L'anno che verrà

Per me l'anno nuovo non inizia a gennaio ma a settembre. oggi sono rientrata al lavoro e mi è parso di dover affrontare il primo giorno di scuola.
Ogni volta mi creo una lista di cose da fare o che dovrei fare, le novità che vorrei introdurre, le cose che mi piacerebbe cambiare.
E' come una rinascita, un nuovo vivere.
Una delle due settimane di vacanze è stata dedicata interamente alla casa. Nuova spedizione IKEA, nuovi mobili da montare, casa che sembra più casa e che io percepisco come il mio nido, finalmente.
Nonostante l'impegno sono stata davvero felice di passare del tempo con Topo, noi due soli.
C'è gioia più grande?

Tra le novità che vorrei apportare a questo mio angolo di vita, il mio blog, ci sono:
- nuove piccole avventura di corsa (stasera si ricomincia);
- ricette e cose carine da fare a casa con le persone che amiamo;
- chicche di arredamento;
- recensione e commenti sui libri letti.

Vediamo come si evolverà il tutto.
E voi? Le vacanze?
Stasera passerò da tutti i vostri Blog.

Baci


Sara

lunedì 8 agosto 2011

Tempo di vacanze


E' ormai tempo di vacanze e voglio godere di queste due settimane per fare il pieno di energie, di amore, di relax, di vitamine e benessere.
Forse ci sarà il tempo per scrivere di ciò che avverrà durante le vacanze, forse no. Mi riservo queste due settimane per vivere alla giornata.
A tutti voi che lavorate auguro di resistere fino al vostro turno. Per chi è partito o sta per farlo invece spero che possiate divertirvi e godere di tutto il bello che ci sarà.
A presto.


mercoledì 3 agosto 2011

Per fare qualcosa di diverso


Bicicletta ad Amsterdam

Il programma prevedeva un corsetta in compagnia di Franci e Marco, mio fratello. Visto che entrambi hanno avuto impedimenti decido di rispolverare la mia mountain bike in garage dopo circa 6 anni di mancata frequentazione.
Rubo un calzoncino col patello del mio super Topo ciclista e mi ingegno per capire che chiave ci voglia per abbassare la sella. Sistemato il tutto parto...aiutooooo m'accoppo (c' è un discesone dal garage alla statale piuttosto ripido) non ricordo qual'è il freno davanti e quello dietro...pistaaaaaa.
Raggiunto il piano riprendo confidenza con il cambio e parto alla volta di Oggebbio ma la strada a quell'ora è trafficatissima per via dei frontalieri e di turisti di varie nazionalità che alla guida fan paura e allora torno a Ghiffa e in prossimità del comune mi inerpico in salita. Che fatica, bestia. Però raggiungo Villaggio Valdora e poi la Trinità.
Dico sempre che detesto la bici ma mi sono divertita un sacco, a parte la sella che non ricordavo facesse così tanto male;)
Mi sono rilassata e ho pensato all'avventura del 2003 quando con i miei amicicci abbiamo fatto la Sardegna in bici con uno zaino e la tenda... bellissimi ricordi. Mi manca l'avventura (il mio Topo è vecchio...dentro).

GIORNO 1)
DURATA 45 MINUTI BICICLETTA


Oggi arrivano le mie peppe nuove per correre. Dopo l'esperienza positiva con le Saucony Progrid Jazz 13 mi butto sulla versione successiva.
Vediamo se questo acquisto internet super vantaggioso mi renderà soddisfatta.



martedì 2 agosto 2011

Filosofia

"C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perchè è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo.
Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura.
La gioia di vivere deriva dall'incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell'avere un orizzonte in continuo cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso......"


Chris McCandless

 via Puu Puu

 
Ogni volta che accedo al blog di Barbarella  leggo questa frase nell'intestazione e ogni volta penso a quanto sia vera. Cosa c'è di vero nella vita? Sicuramente, una frase, un pensiero, una cosa possono essere vere per noi e non per un'altra persona. Io questa citazione la sento mia. Sento che può essere una guida, un monito forse. Per me che vorrei sempre che tutto andasse per il meglio, che il futuro preveda cose certe e che desidero, e  invece dovrei abbandonarmi all'avventura, alla passione alle incertezze e a cosa la vita può regalare nella sua imprevedibilità.
A questa imprevedibilità associo sempre il cielo irlandese. Ogni volta che alzi lo sguardo non è mai uguale, con le sue nuvole, il sole, la pioggia, tutto in un solo attimo. Voglio portare la poesia di questa immagine nella filosofia della mia vita e smetterla di aspettare qualcosa che forse non sarà mai.
Bisogna saper cogliere ciò che il futuro ci offre.
 
Tra le cose belle di questi giorni (non in ordine di importanza):
- comprato scarpe nuove per correre che devono arrivare;)
- la gioia di avere un fratello che stasera si è offerto di uscire a correre con me;
- i 4 gg di lavoro restanti prima delle ferie;
- il sole.
 
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...