giovedì 25 agosto 2011

Caldo africano e movimento

La nostra penisoluccia, in questi giorni, è colpita da un'ondata di caldo eccezionale.
Premetto che io adoro le stagioni e quindi assisto con piacere a questo momento di alta pressione, soprattutto in un luogo come quello in cui viviamo, che credo sia uno dei più piovosi d'Italia.
Vivere su un lago, poi, rende il tutto meno spiacevole, visto che quando il caldo si fa insopportabile ci si può fare una sana nuotata rigenerante.
Sono anche sicura che soffriremo maggiormente il passaggio infradito - moonboot (scarponcini da neve), visto che lo sbalzo termico si presenta spesso repentinamente.

Ad ogni modo ieri, io e F., sfidiamo il caldo e ci diamo appuntamento per andare a correre verso le 18.
Le intenzioni c'erano, ma dopo i primi minuti di camminata ci guardiamo in faccia e nessuna delle due sembra realmente convinta a innescare il passo di corsa. Propendiamo per una camminata di 55 minuti nel bosco (stupendo) della Trinità, sopra Ghiffa. Posto che adoro, visto che proprio li abbiamo deciso di sposarci, io e Topo, ormai qualche anno fa.
Nel cammino vedo che F. si china e osserva la pelle di un biscione, non si accorge che pochi cm più a destra c'è il biscione arrotolato e stecchito (grazie a Dio!!!). Iniziamo a urlare e a correre come due centometriste in pista.... bleah!
Inizio a pensare che per ricominciare un serio allenamento ci voglia un inseguitore munito di bestie striscianti...

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...