lunedì 19 novembre 2012

Tortelli di zucca: double option

Con questa ricettina voglio darvi il benvenuto nella rubrica settimanale di "COSA BOLLE IN PENTOLA".

In questo periodo dell'anno mi capita spesso di ricevere in dono delle bellissime zucche.
Della zucca mi piace moltissimo il colore che sa rallegrare e  il sapore che si sposa bene in mille piatti.
Qualche giorno fa ho deciso di provare a preparare dei tortelli di zucca con pasta all'uovo.

INGREDIENTI:

300 GR. DI FARINA RIMACINATA DI GRANO DURO
3 UOVA INTERE
4 FETTONE DI ZUCCA
1 HG DI SPECK
2 PATATE GROSSE
100 GR. PARMIGIANO GRATT.
100 GR DI AMARETTI



Tagliate la zucca a fette e mettetela nel forno a 180° per mezz'ora o fino a quando non risulta schiacciabile con la forchetta.

Nel frattempo:
Impastate su una spianatoia la farina a fontana. Rompeteci dentro le uova e lavorate fino a quando non diventa un composto elastico.
(Trucchetto per le neofite della pasta all'uovo: se vi rendete conto che è tutto un caos sbricioloso, bagnatevi le mani con acqua tiepida e impastate fino quando la situazione diventa accettabile).
Mettete la pasta a riposare mezz'oretta o più nella pellicola trasparente da cucina.

A me le cose semplici non sono mai piaciute e quindi, resami conto che la zucca era troppa, ho deciso di provare con due tipi di ripieno:

1) TORTELLI DI ZUCCA ALLA MANTOVANA (CON AMARETTI)
2) TORTELLI DI ZUCCA PATATE E SPECK

Una volta schiacciata la zucca l'ho divisa in due diversi recipieni e per la prima opzione ho:

aggiunto gli amaretti sbriciolati, aggiunto sale e pepe e grana grattuggiato.

Per la seconda ricettina:

aggiunto la patata lessa e schiacciata, il grana e lo speck a striscioline.


Una volta stesa la pasta ho appoggiato delle palline di impasto a distanza di circa 5 cm, tagliato intorno il quadrato di pasta e rischiuso a metà la pasta su se stessa...

Una volta bolliti ho condito con burro fuso e grana... et voilà, la cena è stata felicemente servita!

4 commenti:

  1. qua bisognerebbe assaggiare...
    Io la sfoglia la faccio molto morbida (il classico un uovo per 100g di farina è ok) e di tanto in tanto aggingo pochissima farina, al momento di stenderla con il matterello, senza spingere troppo senno s'attacca. Ieri Mirca e Gibo ma han regalato un pecorino di fossa, quasi quasi lo provo con la tua ricetta (zucca e patate), se riesce ad arrivarci e non lo mangio tutto prima.
    bello "cosa bolle in pentola"
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Ciao Sara, io sono più per: "mamma non è che mi fai i ravioli con il ripieno di zucca?" ^^
    Comunque la versione con gli amaretti è una bomba di bontà, l'altra versione da assaggiare assolutamente, farò leggere il tuo blog a nonna Carla ^^
    Per quanto riguarda il tutto quello che mi hai chiesto, io ci sto ^^ sai che non posso dire di no, ma mi devi spiegare cosa devo fare = ) un bacione, attendo tue direttive!

    RispondiElimina
  3. @ SANDRO: sei un uomo da sposare... Topo mangia e basta! La prossima volta che passi a trovarci facciamo un contest di pasta sfoglia, ci stai?

    @Cla: allora ti scrivo prestissimo con i dettagli. Ci terrei tanto ad averti ospite ogni tanto nell rubrica craft room con un tuo progetto. Mi mandi via mail testo e qualche foto e lo pubblichiamo a tuo nome.
    E poi mi piacerebbe qualche post dal sapore invernale con le tue fotografie della nostra fantastica città.
    Dai dai dai. Se ti va scrivimi a saracristanziani@gmail.com

    RispondiElimina

Grazie per essere passato a trovarmi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...